Vai al contenuto pricipale

Public Engagement

Il DSTF, nel corso del triennio 2011-2013, ha interagito attivamente con il territorio di appartenenza sviluppando la diffusione della conoscenza al di fuori del contesto accademico. Il personale afferente al DSTF è attivo su diversi fronti, in particolare assume rilievo laddove è importante sottolineare il ruolo chiave del farmacista quale operatore in grado di incidere positivamente sulla spesa sanitaria regionale agendo a favore della salute pubblica.

A questo scopo, nel triennio 2011-2013, si sono organizzati numerosi incontri rivolti anche alla popolazione, con interventi di informazione e sensibilizzazione a sostegno della tutela della salute, incentrati spesso sulle patologie che incidono maggiormente sulla spesa sanitaria: diabete, BPCO, dislipidemie, scompenso cardiaco.

Peculiarità del DSTF è il know how acquisito nel corso del tempo in ambito cosmetico, alimentare e nel settore delle piante officinali. Molte iniziative a carattere divulgativo, organizzate dai docenti del DSTF, sono state rivolte proprio alle tematiche annesse alla formulazione ed alla commercializzazione di queste tipologie di prodotti con particolare attenzione alla normativa vigente. 

Inoltre il DSTF da anni partecipa con diversi gruppi di ricerca alla Notte dei Ricercatori; altresì, in collaborazione con i farmacisti del territorio, ha in atto un lavoro di volontariato senza fine di lucro per la realizzazione di laboratori per l’allestimento di medicinali galenici nei PVS.

Articoli dedicati a chi fa ricerca e ai loro progetti, o scritti da coloro che producono risultati scientifici:

  • Prof. Carlo Bicchi - intervista nella sezione "Sitting Down with..." della rivista The Analytical Scientist 
    Titolo del Contributo "Applying the Basics" - 0116 Issue 
    allegato

  • Prof.ssa Chiara Cordero - intervista nella sezione "In my view" della rivista The Analytical Scientist 
    Titolo del Contributo "On the – Omics Journey - Profiling and fingerprinting in food analysis signposts a route to a better life." - 0616 Issue
    allegato

Nell'ambito della diffusione del patrimonio culturale rientrano  le attività promosse dalla Biblioteca di Dipartimento Icilio Guareschi.
Nel 1985 la Biblioteca di Farmacia dell’Università di Torino, in occasione del passaggio da "Biblioteca dell'Istituto di Chimica Farmaceutica e Tossicologica" a "Biblioteca della Facoltà di Farmacia", venne intitolata al chimico di fama internazionale Icilio Guareschi (San Secondo Parmense (PR), 24/12/1847 - Torino, 20/06/1918), per trentanove anni (1879-1918) titolare della cattedra di Chimica Farmaceutica e Tossicologica presso l’allora Scuola di Farmacia di Torino.
Nel 1986, con la fusione delle biblioteche dei diversi Istituti della Facoltà (Chimica farmaceutica e Tossicologia; Chimica farmaceutica applicata; Chimica generale ed inorganica; Farmacologia e farmacognosia), essa assunse la veste amministrativa di "biblioteca interdipartimentale" per poi tornare a rivestire lo status di "Biblioteca della Facoltà di Farmacia" tra il 2003 e il 2012.
Nel 2013, in seguito alla riforma introdotta dalla Legge 240/2010 che comportò il riassetto delle strutture dipartimentali investite da quel momento anche della funzione didattica e con la conseguente scomparsa delle Facoltà, essa assunse la denominazione di Biblioteca “Icilio Guareschi” del Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco.

 

Informazioni aggiornate sulle attività di public engagement tenute dalla biblioteca si possono avere seguendo la Pagina Facebook della Biblioteca Icilio Guareschi

 

Ultimo aggiornamento: 12/06/2019 17:09
Location: https://www.dstf.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!